PNEUMATICI LISCI: COSA PREVEDE IL CODICE DELLA STRADA ?

PNEUMATICI LISCI: COSA PREVEDE IL CODICE DELLA STRADA ?

Il Codice della Strada non prevede solo una sanzione amministrativa, ma anche decurtazione punti della patente, e fermo del veicolo con ritiro carta di circolazione sino al ripristino delle condizioni di sicurezza prescritte, da accertare tramite revisione obbligatoria presso la motorizzazione.

In sintesi:

L’Art.79 – Efficienza dei veicoli e loro rimorchi in circolazione – precisa che i veicoli a motore e rimorchi, durante la circolazione, devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza, stabilendo una sanzione amministrativa da € 84,00 a € 335,00 (2017: da € 85,00 a € 338,00).

Le prescrizioni tecniche di cui all’Art. 237 del Reg.to (Art. 79 del codice) per Ruote, pneumatici sono:

“Sia le ruote che i pneumatici, o sistemi equivalenti, montati sugli autoveicoli, motoveicoli, ciclomotori, rimorchi e filoveicoli devono essere in perfetta efficienza, privi di lesioni che possono compromettere la sicurezza. Il battistrada, ove previsto, dovrà avere il disegno a rilievo ben visibile su tutta la sua larghezza e su tutta la sua circonferenza; la profondità degli intagli principali del battistrada dovrà essere di almeno 1,60 mm per gli autoveicoli, i filoveicoli e rimorchi, di almeno 1,00 mm per i motoveicoli e di almeno 0,50 mm per i ciclomotori. Per intagli principali si intendono gli intagli larghi situati nella zona centrale del battistrada che copre all’incirca i tre quarti della superficie dello stesso”.

Nell’Art. 175 – Condizioni e limitazioni della circolazione su autostrade e strade extraurbane principali, viene vietata la circolazione dei veicoli le cui condizioni di uso, equipaggiamento e gommatura possono costituire pericolo per la circolazione. Chiunque viola le disposizioni del suddetto articolo è soggetto ad una sanzione amministrativa ed alla decurtazione di 2 punti di demerito.

L’Art. 192 prevede inoltre che i funzionari, ufficiali e agenti possono ordinare di non proseguire la marcia al conducente di un veicolo, qualora i dispositivi di segnalazione visiva e di illuminazione o i pneumatici presentino difetti o irregolarità tali da determinare grave pericolo per la propria e altrui sicurezza, tenuto anche conto delle condizioni atmosferiche o della strada. Chiunque viola le disposizioni del suddetto articolo è soggetto ad una sanzione amministrativa ed alla decurtazione di 3 punti di demerito.

Ricordiamo che, ogni anno, con i progetti estivi e invernali di “Vacanze Sicure”, creati all’interno dell’iniziativa Pneumatici Sotto Controllo, la Polizia Stradale effettua più di 10mila controlli su strada per verificare la “salute” degli pneumatici delle automobili: come sappiamo sono pochi gli automobilisti che prestano attenzione sul fatto che la loro sicurezza in auto poggi letteralmente su una superficie pari a quattro palmi di una mano. I mezzi controllati non sono però solo le vetture, ma anche i veicoli per il trasporto leggero fino a 35 quintali, i caravan (roulotte) ed i carrelli appendice che spesso presentano criticità specifiche, come ad esempio il sovraccarico.

 

Fonte: FederPneus